Turismo, Girotto (M5S) a Bit 2020: “settore centrale per il rilancio delle economie locali“

Turismo, Girotto (M5S) a Bit 2020: “settore centrale per il rilancio delle economie locali“

Milano, 9 febbraio 2020 – “Innovazione, rispetto ambientale, destagionalizzazione e ampliamento dell’offerta alle migliaia di “perle” diffuse in tutto il territorio nazionale devono essere i traini per tutta la filiera del turismo, un settore tra i più rilevanti per il nostro Paese e in costante crescita, che va sostenuto e promosso”. Il Presidente della Commissione Industria Senato della Repubblica, Gianni Girotto, è intervenuto questa mattina alla cerimonia inaugurale di BIT, la Borsa Internazionale del Turismo, in programma a Milano fino a martedì 11 febbraio.

“La competitività del sistema turistico italiano nel panorama mondiale – ha dichiarato Girotto – è confermata non solo dall’alta attrattività che il nostro Paese storicamente possiede come meta di viaggi e vacanze, ma anche da un’offerta sempre più ricca e diversificata di servizi, che deve essere sempre più orientata alla promozione e alla valorizzazione delle economie locali. Non dimentichiamoci che il territorio è importante tanto quanto il prodotto. Rilanciare la leadership dell’Italia sul mercato turistico internazionale, infatti, significa da una parte innovare, specializzare e integrare l’offerta nazionale, anche attraverso una governance efficiente e partecipata nel processo di elaborazione e definizione delle politiche turistiche; dall’altra, puntare sulle filiere attive nella valorizzazione del territorio, che devono essere sostenute e promosse”.

“Il Movimento 5 Stelle – continua Girotto – sta innanzitutto continuando a lavorare su tutti i comparti generali del sistema Italia, come fisco, burocrazia, infrastrutture, P.A. etc., e specificatamente nella Commissione che ho l’onore di presiedere stiamo lavorando per ottenere un costo dell’energia più competitivo. Oltre a ciò, ci siamo attivati con un apposito affare assegnato (Sistemi di sostegno e di promozione dei servizi turistici e le filiere produttive associate alla valorizzazione del territorio), che ha per obiettivo quello di aumentare l’attrattività per destagionalizzare l’offerta, poiché il nostro territorio è in grado di proporre offerte turistiche tutto l’anno, proporre un turismo slow e altamente qualificato, dal momento che il 60% del patrimonio artistico culturale mondiale è in Comuni con meno di 6.000 abitanti. Inoltre il settore turistico – aggiunge Girotto – deve cogliere l’opportunità legata all’aumento della sensibilità del cliente verso il tema della sostenibilità ambientale, sul quale si potrebbe ipotizzare un sistema di rating, e quello dell’accoglienza dei clienti diversamente abili, il cui numero è in costante aumento, che richiedono parità di servizi e di comfort. Non possiamo, infine, non affrontare il tema delle concessioni demaniali marittime, le cui problematiche non sono ancora state risolte”.

“Con l’affare assegnato – conclude Girotto – vogliamo individuare le best practices già presenti, attivare strumenti per diffonderle e agevolare il percorso verso la destagionalizzazione e gli altri obiettivi summenzionati, anche utilizzando al meglio le tecnologie digitali già disponibili, ma di cui una componente ancora troppo rilevante dei nostri territori, sopratutto quelli interni, è carente. Tutto ciò con la finalità di perseguire un ciclo virtuoso di sviluppo economico sociale e ambientale, unica via per garantire un futuro prospero alle future generazioni”.