Assocamerestero, Girotto (M5S): CCIE sostengono sistema-Italia, modello da diffondere

Assocamerestero, Girotto (M5S): CCIE sostengono sistema-Italia, modello da diffondere

Roma, 30 ottobre 2019 – “Il commercio con l’estero è centrale per l’Italia e farò tutto il possibile per sostenerlo e svilupparlo. Le Camere di Commercio italiane all’estero sostengono il sistema-Italia in tutto il mondo per questo è importante ascoltare le loro esigenze e puntare alla massima collaborazione”. Commenta così il Presidente della Commissione Industria Senato, Gianni Girotto, la sua partecipazione alla 28° Convention mondiale delle CCIE, che si è tenuta a Treviso dal 26 al 29 ottobre scorsi e che ha visto la partecipazione di 55 nazioni provenienti da tutto il mondo.

“La mia presenza alla Convention – spiega Girotto – non ha avuto un valore formale, ma ha voluto rispondere all’interesse di ascoltare le problematiche e i suggerimenti di cui sono portatrici le CCIE, lavorando a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese, con un approccio attento alle esigenze del mercato. Nel mio incarico istituzionale mi trovo ad affrontare i diversi aspetti delle tematiche dello sviluppo e al centro dei nostri lavori parlamentari c’è anche quello sulla crescita internazionale”.

“L’esplosione della miriade di nicchie globali cui ha portato la globalizzazione – aggiunge – vede il nostro Paese leader in circa 900 tra i 5.000 prodotti commercializzati in tutto il mondo. In un mondo fatto di flussi globali, minacciato oggi da tendenze protezionistiche e dalla chiusura dei mercati, i processi di internazionalizzazione si configurano sempre più come un fenomeno di connessione, collegamento e assistenza locale-globale. In Italia, dove abbiamo poco meno di 130.000 imprese che esportano e quasi 50.000 che potrebbero farlo, capillarmente diffuse sul territorio, l’unico modo per far crescere e sviluppare questo fenomeno è collegarlo in una rete di relazioni globali-locali, che operi nel campo delle politiche di sviluppo. La rete camerale italiana nel mondo, insieme alla rete delle Camere di commercio italiane, può dare un contributo importante in questo disegno”.

“Allineati con l’agenda del Governo, che punta alla crescita, allo sviluppo e all’innovazione – conclude Girotto – anche la Commissione che ho l’onore di presiedere lavora per finalizzare azioni concrete, capaci di rendere il nostro Paese più competitivo nello scenario commerciale globale e di sostenere un modello di successo, quale quello delle CCIE, da far crescere e diffondere, con l’obiettivo comune, come ribadito anche dal Presidente del Consiglio Conte e dal Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli, di migliorare l’Italia”.