Rinnovabili, Renzi si vanta: abbiamo fatto molto. Associazioni fotovoltaico rispondono: non è vero

Rinnovabili, Renzi si vanta: abbiamo fatto molto. Associazioni fotovoltaico rispondono: non è vero

L’ex primo ministro italiano Matteo Renzi nel corso del suo viaggio negli Usa, dove probabilmente sta cercando di riabilitarsi come prossimo candidato premier, scrive sul suo blog che il suo governo ha fatto molto in tema di rinnovabili, ma che ne ha parlato poco. A noi sembra invece che ne abbia parlato troppo, facendo troppo poco per quel settore che oggi è in grave difficoltà proprio a causa delle norme ammazza rinnovabili del suo governo.

Da tempo denunciamo l’assoluta assenza di una strategia energetica che porti l’Italia sulla strada dell’economia verde e circolare. Sul cammino del progresso e della crescita economica legata alla transazione energetica orientata verso la completa decarbonizzazione del nostro Paese. Ma Renzi ha preferito sostenere i grandi player energetici la cui struttura economica è in gran parte sostenuta dallo sfruttamento delle fonti fossili.

Non può ora andare negli Stati Uniti facendo finta di niente, dopo che l’azione del suo governo ha avuto effetti negativi per l’efficienza energetica e le rinnovabili a causa del decreto spalma-incentivi, della riforma delle bollette elettriche; e ancora all’esclusione del fotovoltaico dai certificati bianchi. Tutte queste azioni sono state compiute durante il suo mandato. E la lista è ancora lunga.

Poco è cambiato col governo di Paolo Gentiloni, che su questo punto segue di pari passo il suo precedessore. Niente è stato fatto per risolvere i gravi effetti dovuti al depotenziamento dei Sistemi di distribuzione chiusa, o alla riforma sul dispacciamento, oppure ancora alla mancata attuazione del fondo sull’efficienza energetica. Questi e molti altri provvedimenti scoraggiano di fatto gli investimenti nell’autoproduzione e nelle fonti rinnovabili. Come può allora Matteo Renzi farsi vergine affermando che il suo governo ha dato impulsi importanti a questo settore?

Ma ecco che cosa hanno risposto i rappresentanti di due associazioni per il fotovoltaico:
Paolo Rocco Viscontini, presidente di Italia Solare: Con il governo Renzi il fotovoltaico ha toccato i minimi storici degli ultimi anni e non solo per immobilismo o indifferenza ma per una serie di interventi che appaiono deliberatamente contro il fotovoltaico, le altre rinnovabili e l’efficienza energetica.

Giorgio Ruffini, presidente di “Azione Energia Solare”: Renzi ha fatto molto, ma per ostacolare il fotovoltaico.