Riapertura centrale a carbone a Genova contro ogni logica

Riapertura centrale a carbone a Genova contro ogni logica

Di vergogna in vergogna: riapre la centrale a carbone a Genova!

Negli ultimi 4 anni, invece di alzare la produzione di energia da fonti rinnovabili (creando di conseguenza nuovi posti di lavoro) l’Italia le ha ostacolate in mille modi, affossandole. Ed ora che la Francia è nei guai e produce meno elettricità, cosa ci tocca fare? Riaprire le centrali a carbone, mettendo a rischio la salute, l’ambiente. Alla faccia della Cop21, della strategia energetica nazionale e di quello che fa il resto dell mondo.

Da due anni denunciamo che il nostro Paese è letteralmente in retromarcia sulla produzione di energia pulita, e questo la dice tutta su nostro Governo!

Qui un articolo di Repubblica sul collegamento tra la chiusura delle centrali nucleari francesi e la riapertura della nostra centrale a carbone: https://goo.gl/p6cPm0

Qui il testo integrale del mio intervento

Signor Presidente, passiamo di vergogna in vergogna: prima abbiamo sentito dell’inquinamento dell’acqua, un bene fondamentale; adesso parlerò dell’inquinamento dell’aria.
Abbiamo avuto la brillante idea di riaprire una centrale a carbone. Sappiamo tutti che il carbone è il combustibile del futuro: sicuro, pulito ed economico (naturalmente sono sarcastico). Abbiamo riaperto una centrale a Genova perché la Francia produce meno energia con il nucleare. Noi italiani siamo stati bravissimi negli anni passati: abbiamo aumentato notevolmente la nostra produzione da rinnovabili e, quindi, siamo tranquilli (anche qui sono tristemente sarcastico).

L’Italia negli ultimi due anni è in retromarcia. Colleghi della maggioranza, per favore mettetevelo in testa. Sono dati ufficiali: due anni fa abbiamo perso il 5 per cento di elettricità da rinnovabili e l’anno scorso il 2 per cento. Siamo in retromarcia, mentre nel resto del mondo si incrementa la produzione di energia da rinnovabili: l’anno scorso il fotovoltaico ha avuto un aumento del 30 per cento, mentre noi abbiamo perso lo 0,5 per cento. Siamo fermi e in retromarcia. È una vergogna incredibile!

Riapriamo una centrale a carbone alla faccia della COP21, degli obiettivi 2020 e 2030, della strategia energetica nazionale e di quanto ha dichiarato Obama adesso che è libero e non ha più alcuna remora. Ha rilasciato un’intervista a «Popular Science», che vi invito a leggere, nella quale sposa completamente rinnovabili ed efficienza. Come potrebbe essere altrimenti dal momento che creano centinaia di migliaia di posti di lavoro, salvaguardano l’ambiente e l’economia?
Noi cosa facciamo in Italia? Riapriamo una centrale a carbone. Vorrei invitare tutti ad andare in miniera a estrarlo per capire cosa comporta.
È un messaggio per tutti gli italiani. Questo Governo è in retromarcia, non dategli più fiducia.