Referendum costituzionale: ecco come votare dall’estero

Referendum costituzionale: ecco come votare dall’estero

Chi studia o lavora temporaneamente fuori Italia, o chi è all’estero per cure mediche, può comunque votare al referendum costituzionale previsto per il 4 dicembre. E può farlo anche se non è iscritto all’AIRE. Il diritto è esteso anche ai familiari con loro conviventi. Basta compilare l’apposito modulo (scaricatelo qui), che andrà poi inviato per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure portata a mano al Comune di residenza anche da un’altra persona. È un diritto previsto dall’articolo 4 della legge 459/2001.

Ma attenzione, i tempi sono brevissimi. La comunicazione, infatti, va trasmessa entro il 2 novembre.
Tuttavia, i cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero possono già inviare il modulo per votare, allegando una copia di un documento d’identità valido. Sul sito www.indicepa.gov.it  potete trovare gli indirizzi di posta elettronica certificata dei comuni italiani presso i quali inoltrare la vostra domanda.

Perciò affrettatevi e fate valere il vostro diritto al voto!

SCARICA QUI IL TUO MODULO PER VOTARE ALL’ESTERO