Nucleare: M5S, Governo nomina direttore ISIN senza i requisiti

Nucleare: M5S, Governo nomina direttore ISIN senza i requisiti

Roma, 22 sett. “L’avvocato Pernice non ha i requisiti previsti dalla legge per essere nominato direttore dell’ISIN (Ispettorato Nazionale Sicurezza Nucleare) così come proposto dal Ministero dell’Ambiente, la sua candidatura non ci trova favorevoli” lo sostengono in una nota i senatori del M5s Paola Nugnes e Gianni Girotto delle commissioni Ambiente e Industria del Senato.

“L’avvocato Maurizio Pernice, già direttore generale della Divisione III Tutela delle risorse idriche dall’inquinamento presso il Ministero dell’Ambiente, non presenta nel suo curriculum i requisiti di legge di ‘elevata qualificazione e competenza nei settori della scienza nucleare e nella radioprotezione’ di cui all’art. 6 comma 5 del d.lgs 45/2014″ – proseguono i parlamentari-. Nel corso dell’incontro odierno non ci ha convinto che l’avvocato si sia detto esperto in bonifiche e in rifiuti, e per questo come se fosse una conseguenza scontata, anche in rifiuti radioattivi – spiegano i parlamentari -. La cosa non ci sembra assolutamente sufficiente a garantire i requisiti di legge che qualificano l’istituto a rilasciare gli unici pareri tecnici vincolanti per le istruttorie autorizzative”.

“Nel nostro Paese non mancano le professionalità nell’ambito del settore della radioprotezione. Al fine di garantire la sicurezza dei cittadini nel controllo della gestione dei rifiuti radioattivi, il Governo avrebbe dovuto impegnarsi ad individuare le giuste competenze in ISIN nel rispetto dei requisiti richiesti dalla legge. Ricordiamo, concludono i senatori, che la precedente procedura di nomina di Agostini per ricoprire il ruolo di direttore ISIN è stata interrotta anche per la mancanza dei requisiti che sollevammo come M5S.”