Comunicato stampa – Mercato elettrico: M5S, su dispacciamento speculazione dei produttori a danno di consumatori e imprese

Comunicato stampa – Mercato elettrico: M5S, su dispacciamento speculazione dei produttori a danno di consumatori e imprese

Roma, 20 giugno 2016 – “Il M5S si batterà con ogni strumento per ostacolare una nuova speculazione energetica in atto che porterà ad un ulteriore aumento della bolletta elettrica per famiglie e imprese. Nel mese di aprile i costi del dispacciamento di energia sono fuori controllo, schizzati di 250 milioni di euro. Se questo trend sarà confermato, in un solo anno avremo aumenti per 1 miliardo di euro per la bolletta elettrica a vantaggio di pochi produttori. Terna lo sa. Il governo anche. Ma tutti si girano dall’altra parte”. È la denuncia del senatore del Movimento 5 Stelle Gianni Girotto.

“Dai dati finora disponibili sul mercato del dispacciamento rileviamo extra profitti irragionevoli per i big dell’energia a danno dei consumatori. I costi sono troppo alti rispetto a quelli medi sostenuti da sempre. E i soldi finiscono nelle tasche di dei produttori di energia elettrica ad alte emissioni inquinanti. ” Insiste il senatore a 5 Stelle.

“Come vengono pagati i produttori, secondo quali calcoli? E perché improvvisamente i costi sono schizzati in alto? Manca trasparenza nel meccanismo di remunerazione del servizio – conclude Girotto -. È ora di fare chiarezza e fermare chi continua ad approfittare della debolezza dei consumatori. E’ necessario effettuare controlli sul funzionamento del mercato del dispacciamento, cambiare le regole del suo funzionamento e ampliare l’accesso alle informazioni e alla trasparenza. Per questo intraprenderemo ogni azione verso gli organi competenti ai quali chiederemo anche un maggior coinvolgimento delle fonti rinnovabili ”.