Referendum contro le trivellazioni, ecco perché ha vinto comunque il SI

Referendum contro le trivellazioni, ecco perché ha vinto comunque il SI

Di certo nulla è perduto, e non è certo solo il mancato quorum a darci l’indicazione di che cosa è avvenuto davvero domenica 17 aprile. Anzi la schiacciante maggioranza dei SÌ tra chi ha votato deve essere un forte motivo di speranza: chi si informa vuole la transazione energetica al più presto!

L’astensione è un effetto di molteplici cause, tra cui la dilagante rassegnazione che colpisce molte persone che non si sentono più rappresentate dalle forze politiche. Perché hanno l’impressione di non avere voce in capitolo su alcun provvedimento che in un modo o nell’altro determina anche la loro vita.

Su questo referendum pesa anche il mancato rispetto di quello precedente sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. In quell’occasione milioni di italiani hanno detto basta al sostegno pubblico per le forze politiche, ma i partiti hanno totalmente disatteso la volontà popolare aggirando con una serie di furberie quel referendum. Ed ecco che ora quel finanziamento si chiama “rimborso elettorale”.

Lascio a questo video il dettaglio delle mie considerazioni
Buona visione