Telefonia, da oggi stop a servizi non richiesti nel contratto

Telefonia, da oggi stop a servizi non richiesti nel contratto

Addio per sempre a quegli ingannevoli e fastidiosissimi servizi a pagamento sulla bolletta del nostro telefono cellulare. Da oggi le compagnie telefoniche non potranno più addebitarvi servizi non richiesti sui contratti.

E’ una vittoria del Movimento 5 Stelle, ma è una vittoria per tutti. Il 10 febbraio ho presentato come primo firmatario un emendamento in commissione Industria del Senato, con cui si danno finalmente regole chiare alla giungla dei servizi di telefonia. Contemporaneamente sono stati votati altri due nostri emendamenti che riguardano sia i contratti telefonici che le tariffe delle Rc auto.

Più tutele quindi ai cittadini nel loro ruolo di consumatori. Da oggi ognuno dovrà dare un esplicito consenso documentato per l’attivazione di servizi di telefonia o di comunicazioni elettroniche a pagamento e non. La norma pone così un argine a tutte le manovre ai limiti della legalità che compagnie telefoniche e gestori mettono in atto per lucrare sui propri utenti.

Un altro emendamento, a prima firma del nostro Gianluca Castaldi, prevede che si potrà dare disdetta online di un contratto telefonico o con operatori di rete televisive e di comunicazione elettronica, o semplicemente il cambio di un gestore. Basta raccomandate o estenuanti attese al telefono.

E infine con un emendamento del nostro Sergio Puglia, abbiamo ottenuto un grande risultato anche sul fronte delle Rc Auto. Le tariffe, suddivise per classi e sottoclassi, dovranno essere omogenee tra tutte le assicurazioni, così che nel passaggio da un’assicurazione all’altra il cliente non abbia sorprese sul cambio tariffa, pur rimanendo nella stessa classe.

Infine, grande risultato anche sul fronte delle Rc Auto grazie alla battaglia di Sergio Puglia. Le tariffe dell’Rc auto, suddivise per classi e sottoclassi, dovranno essere omogenee tra tutte le assicurazioni, così che nel passaggio da un’assicurazione all’altra il cliente non si trovi a veder mutata la propria tariffa, pur rimanendo nella stessa classe.

Il nostro obbiettivo è rendere più facile la vita di milioni di persone, evitando danni e truffe alle tasche dei cittadini.