Comunicato stampa: Rischio incidenti ambientali: M5S, il governo alleggerisce controlli e sanzioni. Atto di irresponsabilità

Comunicato stampa: Rischio incidenti ambientali: M5S, il governo alleggerisce controlli e sanzioni. Atto di irresponsabilità

oilspill11

Roma, 9 giugno 2015 – “Alleggerire controlli e sanzioni sugli stabilimenti a rischio di incidenti ambientali gravi nelle aree portuali è un atto di irresponsabilità da parte del governo. In quasi ogni provincia italiana sono presenti impianti a rischio: secondo l’ISPRA sono oltre 1110. E tutti detengono sostanze pericolose. L’ultima trovata di Renzi per favorire le solite lobby del petrolio e dell’industria chimica, quindi, va contro le direttive europee e ha l’unico scopo di aggirare quelle norme, recependo la direttiva 2012/18/UE in forma annacquata. Ecco perché oggi nelle commissioni congiunte Industria-Ambiente il M5S ha votato contro la proposta dalla maggioranza presentando una alternativa”. A parlare è il senatore grillino Gianni Girotto.

“Il governo cancella l’obbligo dei controlli, esponendo così persone e ambiente al rischio degli incidenti rilevanti (RIR)”. I porti industriali e petroliferi detengono sostanze pericolose in quantità elevate e sono ubicate entro 100 metri dalla costa. Ma il problema non riguarda solo il mare. Gli altri impianti, infatti, sono distribuiti sul resto del territorio che viene così esposto al pericolo di contaminazione in caso di incidente. Gli stessi controlli, avverte ISPRA sono pochi, sotto la media europea e insufficienti per monitorare al meglio i pericoli.

“Tagli dei controlli, scarso coinvolgimento delle persone nelle decisioni e nell’informazione, sanzioni ridotte all’osso, sono una miscela esplosiva. Con queste premesse era impossibile dare il nostro consenso alla proposta della maggioranza. Non potevamo renderci responsabili di un atto così rischioso”, conclude Girotto.

Qui la risoluzione proposta dal M5S