Comunicato stampa – Energia: M5S, da Renzi un ‘Black Act’, aiuta inceneritori e taglia mini-eolico e idro

Comunicato stampa – Energia: M5S, da Renzi un ‘Black Act’, aiuta inceneritori e taglia mini-eolico e idro

Inceneritore1

Roma, 25 maggio 2015 – “A volte ritornano. Renzi è riuscito a varare un ‘Green act’ al contrario, che chiameremo “Black act” perchè finanzia nuovamente inceneritori di rifiuti e mega centrali a biomase, tagliando drasticamente i contributi ai piccoli impianti alimentati con energie rinnovabili”. Lo denunciano i capigruppo della Commissione Ambiente e Industria del Movimento 5 Stelle Senato Paola Nugnes e Gianni Girotto.

“E’ un provvedimento assurdo che è già stato bocciato delle associazioni ambientaliste, in primo luogo Legambiente. Prevede tagli fino al 40% agli incentivi per l’eolico destinati ai piccoli impianti e del 24% per il mini idroelettrico – spiegano Nugnes e Girotto- dall’altra parte non ci sono tagli agli incentivi per i rifiuti da bruciare negli inceneritori, che potranno beneficiare di tariffe più alte rispetto a quelle previste per l’eolico”.

“L’incenerimento oltre ad essere una pratica che danneggia la salute umana e l’agroalimentare di qualità, è il più anti-economico sistema di smaltimento rifiuti. Non crea posti di lavoro e senza incentivi di denaro pubblico non sta in piedi. Renzi che cosa fa allora? Aiuta di nuovo gli inceneritori di rifiuti urbani” continuano Nugnes e Girotto.

“Addirittura per le biomasse bruciate nei vecchi zuccherifici sono previsti 135 MW di nuovi impianti con tariffe garantite per 20 anni e una spesa complessiva di 5 miliardi di euro da pagare in bolletta da parte dei cittadini. Si favoriscono i mega impianti mentre dall’altra parte si era già aumentata l’Iva sui pellet per le stufe domestiche, danneggiando ancora una volta i piccoli produttori e i cittadini. Tutto questo per favorire le multiutilites” continuano i senatori M5S.

“Il futuro delle rinnovabili è nella generazione distribuita, questo decreto è il contrario, aiuta grandi, dannosi e anti economici impianti come inceneritori e mega impianti a biomasse” continuano Nugnes e Girotto.

“Il Movimento 5 Stelle farà di tutto per contrastarlo. Fondamentale è il ruolo delle Regioni e ci attiveremo a ogni livello” concludono i senatori pentastellati.