Comunicato stampa – Energia, la proposta M5S: Meno inquino e meno pago. Il governo non cerchi più scuse ed emani la legge fiscale in materia ambientale

Comunicato stampa – Energia, la proposta M5S: Meno inquino e meno pago. Il governo non cerchi più scuse ed emani la legge fiscale in materia ambientale

green

Roma, 14 maggio 2015 – “Meno inquino, meno pago. È questa la parola d’ordine che sta alla base della nostra proposta di legge sulla delega fiscale in materia di ambiente. Il nostro obbiettivo è orientare il mercato verso modi di consumo e produzione sostenibili. Ma da un anno il governo attende senza muovere un dito. Risultato: le aziende inquinanti continuano a godere di oltre 4 miliardi di euro in sconti sulle accise, a svantaggio dei piccoli produttori da fonti rinnovabili. E questo è inaccettabile”. Con queste parole il senatore del Movimento 5 Stelle Gianni Girotto rilancia la proposta di legge in materia di fiscalità energetica e ambientale ignorata dall’esecutivo.

“Il Cdm dice di voler aspettare che Bruxelles emani una direttiva europea in tal senso. Ma intanto stiamo perdendo tempo. Non c’è bisogno di attendere segnali dall’Europa. Diamoglieli noi. La norma è pronta per essere inserita nel cosiddetto Green Act. La stiamo offrendo su un piatto d’argento. Basterebbe approfittarne e in poche settimane potremmo vederla approvata. Siamo disponibili a parlarne fin da subito. Che cosa stanno aspettando?”, si chiede ancora Girotto.

Bisogna eliminare subito i sussidi a chi inquina per rilanciare i settori più innovativi nell’efficienza energetica e nella produzione di energia da fonti rinnovabili.
“Il governo non cerchi più scuse – conclude Girotto – e la smetta di nascondersi dietro Bruxelles. È necessario agire immediatamente per rendere innovativo e davvero competitivo il nostro mercato energetico”.