Energia, M5S: Interrogazione urgente su commissariamento Gse.

Energia, M5S: Interrogazione urgente su commissariamento Gse.

“Serve intervento Aeegsi e Antitrust per opportune azioni di vigilanza e controllo”.

1  Roma, 18 febbraio 2015 – da www.ilvelino.it

L’ipotesi di commissariamento del Gse (QE 12/2), che non ha finora trovato né conferme né smentite, torna al centro dell’attenzione con un’interrogazione urgente del M5S (disponibile sul sito di QE).
Il senatore Gianni Girotto, primo firmatario, spiega in una nota che l’iniziativa dei grillini è volta a chiedere al premier Renzi di “chiarire le finalità del commissariamento, e soprattutto, che lo stesso non sia necessario, come a noi sembra, per superare il meccanismo di tutela del mercato energetico che favorirà i soliti a discapito dei deboli e a modificare l’assetto del sistema elettrico Italiano”. Visto che “a pensar male a volte ci si azzecca”.
Il Movimento fa riferimento ovviamente all’ipotesi di superamento della tutela previsto nella bozza di Ddl Concorrenza. “Con la manovra in corso – prosegue Girotto – i consumatori di energia vengono lasciati alle dinamiche del mercato libero nel quale i prezzi, secondo i dati forniti dall’Aeegsi, sono mediamente superiori a quelli offerti dalla tutela del 20%. Come mettere le pecore nella bocca del lupo”.
Il M5S, conclude la nota, “porterà avanti la battaglia per il mantenimento della tutela per i consumatori almeno fino a quando non verranno realizzati gli strumenti per la piena consapevolezza del consumatore”.
Anche per tali motivi, “chiederemo l’intervento dell’Aeegsi e dell’Antitrust per le opportune azioni di vigilanza e controllo dell’intero settore”.
Su questo fronte va peraltro ricordato che se l’Autorità per l’Energia si è schierata a favore di un abbandono più graduale della tutela, il Garante per la concorrenza ha invece criticato la permanenza di tale meccanismo, anche per la contrarietà alle norme UE.