Boom di startup innovative: il Veneto quarta regione in Italia.

Boom di startup innovative: il Veneto quarta regione in Italia.

E la provincia di Treviso, dopo Padova, è la seconda per numero di aziende innovative. Si tratta di società costituite da non più di 48 mesi  – 16 febbraio 2015 – da TrevisoToday.

Immagine

TREVISO – Il Veneto quarta regione italiana per numero di start up innovative. E in un anno sono aumentate del 71 per cento. Dopo Lombardia, Emilia Romagna e Lazio, nel Veneto secondo le ultime elaborazioni della sezione Sistema Statistico, se le imprese tradizionali faticano a causa dello stallo economico, si registra una notevole crescita di start up, da 144 a inizio 2014 a 246 al primo mese del 2015.
E la provincia di Treviso, dopo Padova, è la seconda per numero di aziende innovative. Si tratta di società costituite da non più di 48 mesi il cui scopo primario è quello di sviluppare, produrre e vendere prodotti e servizi considerati a tutti gli effetti innovativi e ad alto valore tecnologico. Circa il 73 per cento di queste opera nei settori di produzione di software; il 23 per cento nell’industria e il 4,5 per cento nell’ambito del commercio. Al 19 gennaio 2015 le start-up innovative venete registrate nella sezione speciale del Registro delle imprese delle Camere di Commercio sono 73 a Padova, 51 a Treviso, 47 a Verona, 6 a Rovigo e 3 a Belluno.

Il fatto di essere imprese giovani, con elevate esigenze di flessibilità e autonomia, ha spinto più dell’80% delle start-up innovative venete ad adottare la natura giuridica di Società a responsabilità limitata, la più adatta a soddisfare tali necessità. Seguono le Società cooperative, le Società a responsabilità limitata semplificata, le Società a responsabilità limitata con capitale ridotto e le Società a responsabilità limitata con un unico socio, che insieme di poco superano il 17% del totale regionale. Sono solo 7 invece le start-up innovative venete che hanno deciso di assumere la forma giuridica di Società per azioni.
Ad accompagnare e a sostenere le start-up innovative dal concepimento dell’idea imprenditoriale al suo primo sviluppo ci pensano gli incubatori certificati, come Vega (Venezia), H-Farm (Treviso e M31 Italia Padova), società di capitali in grado di favorire il contatto tra investitori e le idee imprenditoriali stimate ad alto potenziale di ritorno economico, ma non ancora appetibili per il mercato dei capitali. Tali strutture permettono alle nuove imprese innovative di lanciare la propria attività sul mercato in modo efficace e in tempi rapidi.