Ventesimo compleanno Fair Trade Italia

Ventesimo compleanno Fair Trade Italia

R - FT

Giovedì scorso c’è stato il ventesimo compleanno di Fairtrade Italia. Sono stato invitato anch’io a parlare in quanto molto sensibile al tema e presentatore di un disegno di legge per migliorare la regolamentazione del Commercio Equo Solidale in Italia. Come ho avuto modo di dire spesso e continuo a ripetere, la selezione dei nostri fornitori fa veramente la differenza, anzi è probabilmente l’unica vera soluzione, visto che la politca è troppo influenzata dalle grandi lobbies, tra cui quella della GDO (Grande Distribuzione Organizzata). Invito tutti pertanto a valutare l’opportunità di spostare una parte della propria spesa nel circuito del Commercio equo e solidale, così come a cambiare gi altri grandi fornitori di servizi come indicato in questo link… http://giannigirotto.wordpress.com/2014/02/05/cambia-il-paese-in-3-mosse-senza-la-politica/.

S - FT

Il commercio equo e solidale (fair trade in inglese) è una forma di commercio internazionale che, attraverso la determinazione di un prezzo giusto e predeterminato, adeguato agli standard di vita vigenti nel luogo d’origine dei produttori (e dei loro dipendenti), riesce a garantire in loco la possibilità di uno sviluppo armonioso nei confronti del territorio e delle tradizioni delle popolazioni locali. Caratteristica tipica è l’adozione della filiera corta, ossia l’eliminazione della maggior parte degli intermediari della filiera (di solito consistente in: produttore – centrale di importazione – eventualmente, trasformatore – negozio, in particolare bottega – cliente). I circuiti del commercio equo possono essere creati sia nei paesi in via di sviluppo sia in paesi sviluppati, dove l’attenzione viene posta su produttori, di solito di piccole dimensioni, che accettano di produrre secondo determinati standard etici, in primis rispetto per l’ambiente e per i diritti dei lavoratori.

M - FT

AF - FT