#5giornia5stelle, quarta puntata

E’ online la 4.a puntata della nuova edizione del nostro videogiornale #5giornia5stelle.

Otto i temi trattati. Si parte dal tema caldo del rischio idrogeologico. Il M5S ha denunciato le responsabilità del Premier e le negligenze delle istituzioni, ma anche presentato delle proposte per uscire dal dissesto e per aiutare le vittime di Genova.

Il tema ambientale è poi oggetto di un servizio sul cosidetto “sblocca Italia”.
C’è stata infatti una manifestazione ed una conferenza stampa a Montecitorio che ha visto protagonisti i rappresentanti di Lega Ambiente, WWF e Greenpeace. Ospite il deputato del M5S Massimo De Rosa che ha, tra le altre cose, denunciato il ruolo del presidente della commissione ambiente della Camera, Ermete Realacci che, pur da presidente onorario di Lega Ambiente, ha facilitato il governo applicando regole che hanno strangolato un dibattito teso a difendere gli attacchi di questo decreto all’ecosistema del nostro Paese.

Non mancano i temi economici-finanziari. Al Senato è passato per un solo voto il Documento di Economia e Finanza – DEF. A salvare dalla crisi il governo Renzi è stato anche il voto di Luis Alberto Orellana. Barbara Lezzi ha denunciato in aula il progetto dell’esecutivo di aumentare cospicuamente la tassazione degli italiani e di non prevedere forme di sostegno come il reddito minimo di cittadinanza.
A parlare della legge di stabilità ci hanno pensato Laura Castelli – che ha sottolineato il rischio di nuove accise comunali e regionali – e Daniele Pesco nel corso di un intervento dedicato ad un altro tema della settimana: l’autoriciclaggio.

E’ stato infatti votato alla Camera un testo che immette nel nostro ordinamento questo reato. Un provvedimento che secondo i portavoce del M5S fa acqua da tutte le parti e, come non bastasse, contiene anche un condono fiscale che restituisce impunità totale agli evasori. Si è rivisto per l’occasione in aula Piero Longo, noto alle cronache per essere avvocato di Silvio Berlusconi e per essere recordman di assenze in aula (ad oggi circa il 94%).

Spazio anche alla riforma del Senato e all’analisi di illustri professori universitari, che invitati a fornire un giudizio dalla Commissione Affari Costituzionali, ne stroncano il contenuto con dichiarazioni del tutto simili a quelle ascoltate dai banchi dell’opposizione nel corso del dibattito a Palazzo Madama.

Il resoconto settimanale termina con la dura reprimenda al ministro Alfano sul tema dell’immigrazione e le 7 proposte per uscire dal tunnel elencate in aula da Manlio Di Stefano e con un servizio sul caro della bolletta dell’energia ed in particolare su una conferenza tenuta a Palazzo Madama e che ha visto ospiti del portavoce Gianni Girotto, Elio Lannutti di Adusbef e Rosario Trefiletti di Federconsumatori.