interrogazione urgente in aula – 23 luglio 2014

interrogazione urgente in aula – 23 luglio 2014

images

Interrogazione a risposta orale con carattere di urgenza ex art. 151 del Regolamento.

GIROTTO – Al Ministero dello sviluppo economico – Premesso che:

nell’ambito delle politiche europee sul tema clima-energia, l’efficienza energetica è considerata la strategia più efficace per l’adempimento degli impegni presi a livello internazionale e per il raggiungimento degli obiettivi al 2020 e al 2030 posti in sede comunitaria;

l’efficienza energetica deve essere vista alla stregua di un’attività infrastrutturale che, per l’impatto economico, sociale e ambientale che produrrà, è altamente strategica e, inoltre, “autoliquidante”, in quanto il risparmio energetico ed economico che genera permette di ripagare l’investimento iniziale;

la Direttiva 2012/27/UE del 25 ottobre 2012, sull’efficienza energetica, prevede che la stessa dovesse essere recepita dagli Stati Membri entro il 5 giugno 2014;

gli effetti che porterà l’attuazione della Direttiva 2012/27/UE in Italia avranno sia valenza ambientale per l’importante contributo della riduzione delle emissioni, economica, poiché si ridurranno i costi del sistema energetico dello Stato, che occupazionale, in quanto deriveranno immediati incrementi del numero dei posti di lavoro;

il 18 luglio 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 165 il D.Lgs. 102 del 4 luglio 2014 di recepimento della Direttiva 2012/27/UE, in ritardo rispetto al termine indicato dalla Direttiva stessa;

l’art. 8 del D.Lgs 102/2014 norma le diagnosi energetiche ed i sistemi di gestione dell’energia;

considerato che:

il D.Lgs. 102 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale citata non è stato corredato degli 8 Allegati previsti dallo stesso e, pertanto, la norma è inapplicabile, con la conseguenza di ritardare ulteriormente lo sviluppo economico italiano;

è stato attribuito ad Ispra un compito nell’ambito degli audit energetici da effettuarsi nel settore privato, non coerente con la natura del suo Istituto;

si chiede di sapere:

quali saranno le modalità ed i tempi entro i quali il Governo intenda pubblicare gli allegati del D.Lgs. 102;

quali siano stati motivi che hanno suggerito al Governo di riconoscere ad Ispra il ruolo attribuitogli, nell’ambito delle diagnosi energetiche e dei sistemi di gestione dell’energia, dall’articolo 8 del D.Lgs. 102/2014.